ToGoItalia - Piraino

Piraino

La localitÓ

Il comune di Piraino, a 102 km a est da Palermo, fa parte della Costa Saracena. Copre un territorio che si estende per circa 17 chilometri quadrati e si affaccia a nord sul Mar Tirreno, comprendendo più di sette chilometri di costa tra i promontori di Capo d’Orlando e Capo Calavà. Piraino chiamato anche “Il Paese delle due Torri”, dal numero delle torri che lo caratterizzano una, al centro dell’abitato, cilindrica, quella stessa che fece parte delle mura di cinta, impropriamente detta Torre Saracena, ristrutturata e consolidata negli anni recenti e che si erge maestosa a dominare il panorama del paese, l’altra, a base quadrangolare, si trova nella frazione Gliaca, sulla sporgenza sul mare di una roccia, detta Torre delle Ciavole perchè da secoli questi uccelli vi si annidano.

La Storia

Fino a qualche decennio addietro l’etimologia del nome del paese veniva attribuita a Piracmone -uno dei ciclopi che lavoravano i metalli nella fucina del dio Vulcano – oppure, prendendo spunto dal nome della pianta del pero selvatico, assai diffusa in tutti i paesi montani limitrofi, ne facevano derivare il nome dal latino Pilaginus, Pirainus, Pilainus; studi recenti, invece, ne hanno attribuito l’etimologia al termine greco “ epi lainos “ (sulla cresta ) riferendosi alla posizione del nucleo storico di Piraino che si trova su un crinale. 

Alla "Torre delle Ciavole" è legata la leggenda de “La Castellana” : una furiosa passione fra un intraprendente guardiano della torre e la giovane bellissima castellana della torre di Brolo. I due conoscevano entrambi il linguaggio degli specchi e così comunicavano fra la terrazza della Torre delle Ciavole e il balcone in alto alla torre di Brolo, scambiandosi espressioni d’amore tanto ardenti che non resistettero ad organizzare un incontro.

Alla fine la bella Castellana di Brolo, dopo una fuga rocambolesca, riuscì ad abbracciare l’amato e a raggiungere con lui l’abitato di Gliaca; ma i familiari dell’irato nobile brolese li inseguirono e si scontrarono con l’audace rapitore e i suoi bravi sostenitori in una lotta sanguinosa che vide infine trionfare la gente di Brolo nella piccola guerra contro quella di Gliaca. Ai due poveri amanti fu riservato l’amaro destino di essere sepolti vivi nella cisterna della torre stessa. La leggenda per diversi anni è stata rievocata con la realizzazione de “La Castellana”, corteo storico che si svolgeva in parte su imbarcazioni e in parte a piedi, tra i limitrofi centri marini di Brolo e Gliaca.

Vieni a Piraino

Distanze 
Da Palermo: Km. 158 (Via Autostrada)
Da Catania: km. 181 (Via Autostrada)
Da Messina: km. 90 (Via Autostrada)
 
In Auto
Da Palermo:  E90 e A20 fino a Brolo. Uscita Brolo-Capo d'Orlando Est. Continuare in direzione Strada Provinciale 141/SP141a Piraino. 
Da Catania: A18 e A20/E90 fino a Brolo. UscitaBrolo-Capo d'Orlando Est. Continuare in direzione Strada Provinciale 141/SP141a Piraino.
Da Messina: A20/E90 fino a Brolo. Uscita Brolo-Capo d'Orlando Est. Continuare in direzione Strada Provinciale 141/SP141a Piraino.
 
In Treno
Stazione FF.SS. di Brolo, Gioiosa Marea o Patti.
 
In Aereo
Aeroprto di Catania, Aeroporto di Palermo.

Eventi

<< April 2019 >>
SunMonTueWedThuFriSat
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
Show Current month

La Tua PubblicitÓ Qui