Caltagirone

Attivita'

Caltagirone

Visita guidata di Caltagirone

Una visita guidata alle bellezze di Caltagirone, cittą produttrice della ceramica pił famosa al mondo.
Caltagirone

Caltagirone: degustazione prodotti tipici

Una visita ad una delle migliori cantine della zona.

La localitą

Caltagirone, a seicento metri sul livello del mare, è comodamente sdraiata su tre collinette ai margini dei Monti Erei. Caltagirone è sempre bella, nelle luminose e calde giornate primaverili e nelle fredde giornate invernali; le sue pietre barocche diffondono nell'aria la tradizione antica di civiltà e d'arte. 

Storia e Leggende

Qal'at al Ganun, la rocca dei giganti, una cittadina dalla storia antichissima che comincia, come testimoniano i resti rinvenuti nelle contrade Montagna e dell'Angelo, nel neolitico e nella prima età del bronzo. Inoltre, grazie sempre ai ritrovamenti, si può capire che cuocere la terra era fin da allora attività prediletta dei calatini.

La posizione invidiabile per il controllo dell'intero territorio circostante, fece del castello di Caltagirone (oggi non più esistente), un obiettivo militare appetibile fin dal tempo degli Arabi. Ma gli Arabi stessi non fuorono molto abili a conservarne la proprietà e, nel 1030, se lo videro strappar via dalle truppe bizantine di Giorgio Maniace, grazie ad esso una colonia di genovesi si insediò in questi luoghi e ne condizionò la storia nei secoli più prossimi. Più tardi Ruggero mise il vessillo normanno sulla città nel 1090. E' questo il periodo più florido per la città di Caltagirone, periodo in cui si consolida l'urbanistica e l'economia. In particolar modo si sviluppa l'economia legata alla produzione e alla vendita di prodotto artigianali realizzati in ceramica, e di questo mercato furono abili commercianti i Normanni e subito dopo gli Svevi. Gli anni di floridezza durano, con alti e bassi, fino al 1693 anno esatto in cui si scatenò la furia di uno dei più forti terremoti che colpirono l'isola di Sicilia; interi quartieri vennero giù.

Come tante località anche Caltagirone lega la sua storia ad una leggenda: la leggenda di San Giacomo. Era l'anno 1090 quando i Normanni, guidati da Ruggero, si apprestavano a conquistare la Sicilia ai danni degli Arabi. Per impedire la presa di Caltagirone i Saraceni bloccarono la strada che conduceva alla città, ricacciando indietro svariate volte gli attacchi dei Cristiani. Ma ecco che arriva il miracolo: disperato per la situazione il Conte Ruggero si appella con fervore a San Giacomo apostolo; il Santo accolse la preghiera e il giorno successivo comparve in testa allo schieramento dei guerrieri cristiani e, cavalcando un meraviglioso cavallo bianco e brandendo una spada dalla grande lama fiammeggiante, li condusse alla vittoria finale. Ruggero fece il suo ingresso trionfale a Caltagirone ormai conquistata e ordinò la costruzione di un tempio in onore del Santo che li aveva portati alla vittoria, proclamandolo inoltre Patrono della città. 

La cittą delle Ceramiche

Caltagirone è conosciuta e rinomata per la sua produzione di ceramiche, una tradizione che ha radici antichissime nella storia. Alcuni scavi condotti nei villaggi neolitici intorno all'abitato di Caltagirone, hanno restituito testimonianze archeologiche di una produzione ceramica locale, risalente al VI millennio a.C. I Greci e poi gli Arabi portarono avanti questa attività, introducendo motivi che andavano ad arricchire le semplici figure neolitiche.  L'originalità dell'arte ceramica calatina fu molto apprezzata dai regnanti normanni che ne incoraggiarono lo sviluppo. Successivamente Alfonso d'Aragona fu colui che permise l'aumento del commercio delle ceramiche di Caltagirone, infatti nel 1432 consentì il commercio di queste ceramiche in tutte le città demaniali del Regno con l'esenzione del pagamento dei dazi doganali. Fino ad oggi Caltagirone può vantare un posto molto importante nella produzione di oggetti realizzati in ceramica richiesta in tutto il mondo.

Vieni a Caltagirone

Prenota la tua vacanza a Caltagirone

pulsante_booking

Come arrivare

Distanze:
Da Palermo: km. 197 Via Autostrada
Da Messina: km. 168 Via Autostrada
Da Catania: km. 70 Via Strada Statale
 
In Auto:
Da Palermo: E90, A19 e E932 in direzione di SS117 bisEnna. Uscita Enna da A19/E932. Strada Statale 561/SS561, SS117bisSS124 in direzione di Caltagirone
Da Messina: E45 fino a Catania. Uscita Zia Lisa da A19. SS192, Strada Statale 417/SS417 e Strada Provinciale 196/SP196 in direzione di Caltagirone
Da Catania: Strada Statale 417/SS417 in direzione di SP74/ii a Ramacca. Continua su Strada Statale 385/SS385 in direzione di Caltagirone
 
In Aereo:
Aeroporto di Catania, Aeroporto di Palermo

Eventi

<< July 2019 >>
SunMonTueWedThuFriSat
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
Show Current month

Oggi a Caltagirone