Il Teatro Antico di Taormina

Teatro di Taormina

Attorno al Teatro Antico si è sviluppata tutta la storia e la fortuna turistica di Taormina, si tratta del secondo teatro siciliano per dimensioni, dopo quello di Siracusa. Venne costruito in epoca ellenistica, probabilmente dai Greci ed in seguito restaurato ed ingrandito dai Romani. Inizialmente, venne edificato per la rappresentazione di tragedie mentre in epoca romana, venne probabilmente adibito alla nuova funzione di arena. A partire dagli anni '50, il teatro è stato impiegato come struttura teatrale all'aperto per varie forme di spettacolo che spaziano dal teatro ai concerti, dalle cerimonie di premiazione del David di Donatello, all'opera lirica. Dal 1983 è sede di Taormina Arte, manifestazione di spettacoli che si svolge tutti gli anni nel periodo estivo e del Taormina Film Fest. Il teatro ha un diametro di circa 109 metri e un'altezza di 20 metri e presenta una cavea suddivisa in nove settori a scalinate, che permettevano e permettono oggi l'accesso ai visitatori. Il teatro è suddiviso in diverse parti, oltre all'orchestra troviamo la scena, la parte più importante che rimane del Teatro Antico e conserva, in parte, la sua forma originale. Nulla invece rimane dei suoi ornamenti e delle colonne. Durante il medioevo gran parte di queste colonne vennero asportate per costruire palazzi ed abbellire luoghi di culto, tra cui la Cattedrale. La platea, è tutta incavata nella roccia e poteva contenere fino a 5400 spettatori. Dietro il muro superiore di chiusura della platea, per aumentare il numero di posti, furono costruiti in mattoni due grandi portici che accompagnavano tutto lo sviluppo della platea. Le volte dei portici sostenevano una terrazza ciascuno. La prima volta sosteneva la terrazza più bassa, divisa in più ordini di sedili in legno riservati alle donne, mentre l'arco del secondo portico, che sosteneva la terrazza più alta del teatro, senza sedili fissi, ospitava la gente più umile.