Il Museo Archeologico di Lipari

Il Museo Bernab˛ Brea

Amphoren Liparisches Museum Lipari

 

Millenni di storia scorrono davanti agli occhi dei visitatori del Museo Archeologico Regionale Eoliano “Bernabò Brea”. Il Museo si trova nella zona del Castello di Lipari, all’interno delle alte ed imponenti mura. Prende il nome dall’archeologo che lo fondò nel 1952, grazie al suo attento e minuziosa lavoro di scavo per il recupero del materiale archeologico. Molte sono le tracce che sono rimaste del florido periodo degli Eoli e all'interno di questo mueso sono conservate numerose testimonianze: ceramiche dipinte, terracotte figurate, sculture, oggettii di bronzo. Oggetti spesso a corredo delle tombe della necropoli sul Castello, quali pregevoli crateri e altri vasi figurati. La ceramica dipinta policrama e le maschere di argomento teatrale sono tra i pezzi più importanti esposti al museo. Basta oltrepassare la stradina che permette l’accesso all’area archeologica per ritrovarsi nella piazzetta dominata dalla Cattedrale di San Bartolomeo con il suo Chiostro Normanno.

Il museo di Lipari, una delle principali attrattive storico-culturali dell’isola, è suddiviso in sei grandi aree che ospitano rispettivamente: la sezione preistorica , la sezione epigrafica, lasezione classica, la sezione delle isole minori, la sezione vulcanologica, la sezione di paleontologia. Proprio per la lunga storia dell’Isola, il Museo ospita, all’interno dell’edificio vescovile, una sezione dedicata alla preistoria, dal 5500 a.C. fino all’arrivo dei greci.