Il Chiostro di Lipari

Il Chiostro del Monastero di Lipari

Chiostro Normanno - Lipari - panoramio

Accanto alla cattedrale di San Bartolomeo si trova il bellissimo Chiostro Normanno. Potrebbe apparire inverosimile che una piccola isola siciliana possa conservare nelle sue pietre una storia di seimila anni, eppure nella costruzione del Chiostro è successo questo. Difatti nell’architettura antica quando si costruiva si riutilizzava tutto ciò che era possibile estrapolare dalle strutture precedenti. Così, molte volte capita che, edifici rinascimentali o barocchi nascondano strutture ben più antiche.

E’ stato costruito per ordine di Ruggero il Normanno utilizzando le pietre provenienti dalle fortificazioni greche e da altre costruzioni di epoca bizantina distrutte durante l’invasione. Dopo la ricostruzione della cattedrale, in seguito all’invasione del pirata Barbarossa, l’ambulacro orientale del chiostro fu occupato da una cappella funeraria al di sotto della quale fu realizzata una cripta all’interno della quale furono conservati i resti del cimitero ricavato nel giardino del chiostro. L’ambulacro meridionale, invece, fu diviso in cinque ambienti.  Il chiostro è a pianta quadrata con al centro un giardino, è poi chiuso da un portico a colonne e capitelli che sostengono degli archi a tutto sesto. Le decorazioni dei capitelli delle colonne del chiostro provenendo da costruzioni precedenti, risultano tutte differenti tra di loro. Del chiostro sopravvivono tre lati, il quarto lato è stato sacrificato per l’ingrandimento della chiesa nel XVI secolo. Nel deambulatorio si aprono porte in stile bizantino-normanno. Oggi è possibile visitarlo grazie ad un’opera di recupero attuata nel 1978.