Pantalica

Necropoli Pantalica, architettura funeraria rupestre - Necropolis Pantalica, funerary architecture rock - panoramio

Non lontano da Ferla, si sviluppa la necropoli rupestre di Pantalica, che combina natura ed archeologia. Pantalica, che conta circa ottanta ettari, si trova sui Monti Iblei, fra Cassaro, Ferla e Sortino, all’interno della Valle dell’Anapo ed è stata riconosciuta nel 2005 Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. La famosa necropoli, è costituita da circa 5000 tombe “a grotticella”, scavate nella roccia calcarea. L’antico villaggio che assimilò gli usi e costumi delle diverse dominazioni, nel Medioevo diventò un rifugio delle popolazioni stremate dalle incursioni dei popoli nemici. La bellezza paesaggistica di Pantalica, è caratterizzata anche dallo scenario naturalistico, che fa di questa necropoli  un'oasi naturale, dove poter  ammirare meravigliosi esempi di flora, come anemoni, orchidee e oleandri e varie specie animali, come il falco pellegrino, la volpe e il granchio di fiume. L'accesso è possibile sia da Sortino che da Ferla, quest'ultimo è quello consigliato perché meno difficoltoso e di maggiore interesse.