Duomo di Novara di Sicilia

Il Duomo di Santa Maria Assunta

duomo_1

Il Duomo di Santa Maria Assunta, Iniziata a costruire nel XV sec., venne terminata nel XIX sec., sorge in piazza duomo ed è la più grande chiesa di Novara di Sicilia. La cattedrale è dedicata alla Santa Vergine Maria Assunta in Cielo. La Chiesa oggi presenta uno schema basilicale a tre navate separate da due file di colonne monolitiche, i cui capitelli corinzi si differenziano nelle decorazioni, poichè donati da diverse famiglie nobili.

Contribuiscono a dare magnificenza al acro edificio dodici altari marmorei, risalenti tutti al 1600, ad eccezione di quello dell’Assunta realizzato nel 1910 su progetto di M. Scandurra. Di notevole interesse la cripta sotto l'abside con le mummie di alcuni arcipreti. La facciata monumentale in pietra arenaria, è di stile tardo rinascimentale, fu progettata nel 1500 dal Feriati e lentamente realizzata dalle maestranze locali. Si presenta con un corpo centrale delimitato da quattro grandi paraste arricchite da capitelli corinzi in marmo bianco.

Il portone centrale presenta un timpano triangolare intero. La facciata si chiude con un grande timpano arricchito, al suo interno, da uno scenografico stemma coronato da drappeggi a baldacchino.

La Statua di Santa Maria Assunta

La Statua di Santa Maria Assunta, presente all'interno del Duomo di Novara di Sicilia è un'opera lignea realizzata nel 1764 dallo scultore napoletano Colicci, che successivamente, 1769, operò dei ritocchi nelle mani, che vennero rese asportabili, e, probabilmente, nel manto.

Venne donata da Don Mario Sofia che nel suo testamento lasciò precise disposizioni sulla costruzione di un degno altare in suo onore, nonché sulla perpetua cura dello stesso; al fratello, il canonico Girolamo Sofia, si deve la vara lignea su cui ancora oggi viene portata in processione.

Originariamente il colore della veste dell’Assunta era rosa pallido con delle “S” stilizzate, mentre il manto era color del cielo; vennero mutati in rosso e blu nel1936 in seguito ad un restauro che comunque non toccò l’originario splendore del viso.

La Cripta del Duomo

La Cripta è coeva alla chiesa; in principio fu una fossa comune. Con l’editto di Saint Cloud  furono vietate le sepolture all’interno del paese, ma, nonostante ciò, si iniziò ad imbalsamare i preti nella cripta stessa per una cinquantina d’anni. Delle mummie ospitate nella cripta solo due sono scampate ad un attacco vandalico. Sono ancora presenti i colatoi per la mummificazione.

Vieni a visitare Novara di Sicilia

Prenota la tua visita guidata al centro storico di Novara di Sicilia.

pulsante_prenota_1