Fontana del Nettuno

Al zigant (il gigante)

Bologna fontana del Nettuno 07feb08 03

Al centro della Piazza Nettuno, a Bologna, si erge al Zigant (il gigante). Si tratta della statua di Nettuno interamente realizzata in marmo e bronzo, chiamata "il gigante" a causa delle sue dimensioni. L'opera, voluta dal vicelegato Pier Donato Cesi, fu realizzata dalla collaborazione tra Zanobio Portigiani, Giambologna e Tommaso Laureti. Fu costruita in omaggio al governo pontificio di papa Pio IV; i lavori iniziarono nel 1563 e furono completati nel 1566.

L'iscrizione "Populi Commodo" posta su uno dei lati del basamento, fu presa alla lettera dai bolognesi i quali iniziarono ad utilizzare la fontana per scopri pratici, sebbene essa fu concepita con fini prettamente ornamentali. Fu così che la fontana del Nettuno venne presa d'assalto dai venditori d'ortaggi e dalle lavandare bolognesi che per lavare il proprio bucato.

La fontana poggia su poggia su una base di tre gradini, sopra ai quali è posta una vasca in macigno locale ricoperto da marmo di Verona. Al centro della vasca uno zoccolo con alla base quattro nereidi e con quattro putti che reggono delfini. Infine, al centro del piedistallo si erge la figura del Nettuno, frutto del lavoro minuzioso di Giambologna. Il messaggio che si voleva trasmettere con la realizzazione di questa opera è che: così come Nettuno domina le acque, il Papa domina il mondo.