Il Duomo di Siracusa

Le bellezze del Duomo di Siracusa

1024px-Ortigia,_duomo,_facciata_01

Sebbene Siracusa fu fondata dai Greci sono poche le testimonianze che sono giunte fino ai nostri tempi a causa di distruzioni operate dai vari dominatori e dalla forza della natura stessa. Ma tra gli edifici in stile Barocco presenti sull'isoletta di Ortigia, un edificio risalente all'epoca dei greci è ancora in piedi: il Tempio di Athena. Questo tempio fu edificato nel V secolo a.C., per volontà del tiranno Gelone, come celebrazione della vittoria sui i Cartaginesi nella battaglia di Imera. Era un edificio imponente e di notevole bellezza; presentava un periptero di con ben trentasei colonne alte circa nove metri. L'accesso avveniva attraverso possenti porte crisoelefantine e l'interno era ricco di raffigurazioni delle guerre di Agatocle contro i Cartaginesi. 

Con la successiva dominazione romana il tempio venne spogliato delle sue bellezze e venne intotolato a Minerva. Poi, nel VII secolo, l'edificio venne adibito a chiesa cristiana: gli intercolumni vennero murati e sulle pareti della cella vennero aperte delle arcate. Fu il Vescono Zosimo ad elevare l'edificio ecclesiastico a cattedrale. Subì ingenti danni in seguito ai terremoti del 1542 e del 1693 ma la cattedrale venne, agli inizi del Settecento, ristrutturata secondo lo stile Barocco.

Molto bella l'alta facciata sulla quale sono sistemate delle statue opera dello scultore palermitano Ignazio Marabitti raffigurantu Santa Lucia, patrona della città, la Madonna e San Marciano. I lavori alla facciata furono realizzati dall'architetto Andrea Palma e dai suoi scelti scultori: Giuseppe Ferrara e Giovan Battista Alminara. I lavori vennero completati in due periodi, questo il  motivo per il quale c'è discordia sullo stile, molti definiscono la cattedrale di stile barocco, molti altri di stile rococò. Lateralmente la facciata presenta nella parte inferiore sinistra il suo originario aspetto di tempio di epoca greco in quanto sono visibili le possenti colonne di ordine dorico.

L'interno del Duomo ha pianta basilicale a tre navate, è caratterizzato dalla presenza, lungo le pareti laterali, delle colonne dell'antico tempio greco dedicato alla dea Athena. Tali colonne sono particolarmente evidenti nella navata di destra dove i muri che chiudevano gli intercolumni furono abbattuti per consetire la costruzione di alcune cappelle. A destra si apre il Battistero, all'interno della cappella è sistemato un fonte battesimale costituito d'alabastro di epoca ellenistica. 

Una cappella è dedicata a Santa Lucia, patrona di Siracusa; all'interno della cappella è conservata la statua in argento della Santa, il simulacro viene condotto in processione ogni 13 dicembre, giorno in cui si celebra la festa in suo onore. Dal quarto, quinto e sesto intercolumnio si accede alla bellissima cappella del SS. Sacramento, notevole per la presenza, nella volta, di affreschi raffiguranti scene dell'Antico Testamento.Tra le bellezze artistiche del Duomo è presente anche una pregevole tavola attribuita ad Antonello da Messina raffigurante il Vescono San Zosimo, ed anche delle opere di Antonello Gagini.