La stagionalitÓ per il turismo italiano

La stagionalitÓ per il turismo italiano

Da un'indagine sul comportamento turistico degli italiani è emerso che i prossimi mesi del 2017 saranno caratterizzati da vacanze relativamente corte, in media 3,8 notti per viaggio, numeri leggermente in crescita rispetto agli anni precedenti. Inoltre in media un italiano su due partirà per una città d'arte, mentre uno su tre sceglierà per i prossimi mesi una destinazione montana.

Il dato non sorprende vista la stagionalità. La stagione invernale ha un forte impatto nella scelta della meta di viaggio per il turista italiano. E’ questa una situazione sofferta dagli operatori del settore. L’industria turistica italiana è ancora legata ad una stagionalità troppo forte. Il luogo comune in questo senso è: mare d’estate, montagna d’inverno. Eppure il mare italiano ha il suo appeal invernale. Il lavoro che bisogna fare richiede sinergia tra tutti i soggetti operanti sui vari territori. Ciò su cui è importante puntare per cercare di ridurre la stagionalità è variegare l’offerta, introducendo attività, esperienze che rendano la meta appetibile turisticamente 365 giorni l’anno.

Un mercato in forte cambiamento

La Tua PubblicitÓ Qui